Confronto BEV

Quale auto elettrica, Confronto: Hyundai Kona EV Vs Mazda MX-30

-

Valutazione parallela per due SUV elettrici del 2021: il coreano che ha stupito sin dal debutto, rinfrescato quest’anno e il raffinato giapponese con personalità più forte ma prestazioni inferiori. Su quale meglio puntare? Ve lo diciamo elencando i rispettivi i punti deboli o di forza

A confronto due veicoli elettrici in chiave crossover compatto, provenienti dall’Asia ma di qualità e soprattutto cura rivolte anche all’Europa. Sono vetture di segmento analogo, con quella giapponese più recente e ricercata, mentre la coreana ha dalla sua qualche anno di validi risultati sul mercato globale e un restyling 2021, oltre che maggiore prestazione.

Quale delle due è meglio? Difficile già pensare, seriamente, a una vettura elettrica oggi in Italia. Avendole provate entrambe, possiamo nel caso valutarle per uso che non sia solo il classico urbano nel traffico, con una colonnina sempre disponibile. Gli incentivi le spingono parecchio decurtando il prezzo. Entrambe misurano meno di 4,5 metri e si posizionano nel mondo degli EV non esagerati, per misura di batteria. Però cos’hanno che non può fare impazzire nessuno, avvezzo alle auto “normali” di una volta? Cosa qualifica meglio una dell'altra? 

Si comprano su listini lordi, da scontare, sotto i 40mila euro e meravigliano per come partono spedite in silenzio: consideriamo qui Hyundai nuova Kona Electric (39 kWh) e Mazda MX-30, nei loro allestimenti intermedi.

before
after

Stile & Immagine

KONA EV ***. Il restyling per il 2021 ammoderna solo lievemente la Kona elettrica, mantenendola più grintosa e futurista della rivale giapponese. E’ più compatta, rimanendo nei 4,2 metri di lunghezza, ma più “spaccona” se la vogliamo vedere in quel senso, poiché dire sportivo a questi veicoli non lo ha, un senso. Dalla sua una maggior superficie vetrata dietro e un tono forte, per chi lo apprezzi.

MX-30 ****. Oggettivamente più personale, filante, curata ovunque la si osservi e anche di bel taglio “simil-coupé”. La MX-30 non avrà certe presa aria e minigonne, ma si avvantaggia al colpo d’occhio. Anche poi, toccandola e scoprendone le piccole portiere dietro, lo stile tanto Mazda ma per nulla comune. È però più voluminosa, quasi 20 cm da parcheggiare in lunghezza e non a tutti piace essere così diversi, pensando al lungo termine quando le mode muteranno.

Ergonomia & Vivibilità

KONA EV ****. La Kona elettrica è un’auto comoda che da però ancora il senso di… Paragonabile alle termiche, effettivamente presenti a listino come sue sorelle senza spina. Con lei stanno più comodi i passeggeri, fino quattro da sommare al guidatore e può essere apprezzato qualche centimetro in più di altezza. Si vive un po’ meglio.

MX-30 ****. Qui la MX-30 sa di novità maggiore ma perde tanto, rispetto alla rivale, se si debba viaggiare in più di tre persone e le corporature di chi va dietro superano la media. L’accesso posteriore non è il massimo, con le pur belle “portierine che si aprono al contrario”. Per chi sta davanti invece molto meglio: bello sfruttare tutto lo spazio di una (più) nuova nativa elettrica e le scelte Mazda danno un bel senso di comoda accoglienza. La MX-30 si rifà poi in qualche vano e nel bagagliaio, vantando 366 litri (oltre 30 più della Kona EV).

Come Vanno

KONA EV ****. L’elettrica Hyundai è di quelle che stupisce in positivo per come viaggia bene, spedita e “abbastanza”. Oggi forse un po’ meno rigida che al debutto, meglio, è solo sulla carta poco meno potente della giapponese (100 kW contro 107). In realtà allunga sulla rivale, perché più leggera di cento chili (1.535 Kg vs. 1.645) e più dotata di batteria (39,2 kWh vs. 35,5). La Kona soprattutto, si può usare con maggior spensieratezza per la migliore autonomia offerta: circa 300 Km contro i circa 200 Km della rivale. Sempre guidando bene e a carico limitato, altrimenti meno su entrambe. A livello reattività e comfort di marcia, è più “rustica” nel senso che avvicina ancora il mondo noto– vedi sopra - che l’altra abbandona in quasi tutto.

MX-30 ***. Viaggia bene, sicura e anche molto ben assettata rispetto a quanto si pensi, la MX-30 a trazione anteriore (come la rivale, entrambe distanti dal mondo VW). Con la sua filosofia rispettosa e la batteria volutamente più piccola (35,5 kWh 355V) risulta però un po’ meno prestante della rivale coreana. Sia in velocità, dove si ferma a circa 140 Km/h, sia soprattutto in autonomia. È questo il suo vero e forte dato negativo, per chi debba fare percorsi oltre i 200 Km senza margini di tempo, con soste e colonnina. Per il resto, il comfort è superiore se si guida come anche l’impatto dei sistemi e degli ADAS, scegliendo di averli tutti.

Dotazioni & Finiture

KONA EV ***. Buone, ma senza lode, le dotazioni e finiture della Kona EV. Soprattutto in relazione al prezzo di listino e una rivale che certe plastiche non le mostra. L’impatto è quello tipico della Casa e non le manca nulla anche per gli ADAS. Rispetto al debutto però comincia a mancare l’effetto che alcuni dicevano “wow” perché i comandi sono in parte ancora fisici classici, rispetto a una rivale più innovativa, più pulita come forse deve un EV nativo. Dove Kona può piacere di più, se interessi, è nei suoi due schermi 10’’ affiancati (rinnovato molto il cluster) che aprono a grafiche e funzioni più fantasiose.

MX-30 ****. La giapponese vince. Non si offende nessuno in Germania se diciamo che è vicina o anche davanti ad alcune premium europee. Merito dei materiali (sughero incluso) dell’assemblaggio e della cura. Potete leggere altro di lei ai link delle precedenti prove, ma in sostanza qui si respira un’aria più tenue e coccolosa, rispetto alla Kona. Similari le dotazioni sulla carta, per Infotainment e il resto, ma ben diverso l’impatto: tutto Mazda e mediamente ben visto da tutti (salvo amare l'esubero opzioni o comandi, che la casa risparmia agli amanti della razionalità):

before
after

Economia di Acquisto, Manutenzione e Rivendita

KONA EV ***. Il listino prezzi 2021 Hyundai Kona EV parte da circa 35mila euro, in particolare la Xline costa 40.400 euro. Tralasciamo in questa sede per entrambe i pesanti incentivi, che valgono in egual misura. Il consumo medio dichiarato in WLTP della coreana è 14,3 kWh/100 km e con gli allestimenti superiori, la ricarica supportata arriva ai 100 kW DC (ammesso di trovarli). Sul mercato dell’usato le prime Kona EV non si trovano in grande quantità ma gradualmente si sono diffuse tenendo per ora valore, non troppo diversamente dalle sorelle termiche, anzi.

MX-30 ***. Il prezzo di listino della Mazda MX-30 parte da una cifra del tutto analoga alla rivale, 34.900 euro, ma diviene meno esoso salendo negli allestimenti, la Exceed quota infatti 37.600 euro. Il consumo dichiarato è in WLTP 19 kWh/100 km, superiore ma traducibile in una differenza economica relativa, visto che i costi della ricarica sono molto contenuti rispetto alla vecchia misura del pieno carburante. Poco più rapide le ricariche, con gli allestimenti anche base, se capiti disponibile una colonnina. Questione di misure e di caricatore in vettura incluso (accetta fino a 50 kW, impiegando meno di un’ora per lo 0-80%). Essendo un modello nuovo, non ci sono ancora riferimenti per la sua tenuta valore nel mercato usato, che si può immaginare del tutto analoga alla concorrente salvo un appeal minore per l’autonomia: in qualche anno sarà ben superata e fattore negativo.

In Sintesi

La sommatoria delle valutazioni qui considerate, non porta a un netto vantaggio per uno dei due BEV. Una volta entrati, convinti, nel mondo delle elettriche occorre valutare le esigenze specifiche. Il coreano è avanti per come viaggia più prestante, di poco ma in tutti i sensi. MX-30 affascina maggiormente per la personalità, ma è vettura sia più grande da gestire, se si vivano ambienti ristretti, sia fortemente limitata nell’autonomia.

A parità di elettro-compatibilità, chi non ha passeggeri e privilegia l’estetica non può non preferire la giapponese. Da rivendere perdendo meno però. la Kona sarà più facile per via dello spazio passeggeri e della prestazione.

Discorso a parte la manutenzioni straordinarie (in parte ancora da scoprire, nel lungo termine) le garanzie e i finanziamenti, che vedono però entrambe le Case molto ben messe. Nel tutelare il cliente e battagliarselo a suon di offerte, qualcuna un più Hyundai e pacchetti assistenza.

Per ogni esigenza o aspetto diverso, contando una gamma Kona più estesa e varia se si vuole, a questo link, le schede tecniche affiancate per i due SUV elettrici, grazie allo strumento di automoto.it.

Pregi e Difetti (MX-30 Vs Kona EV)

  • MX-30: Stile, Finiture e materiali, Comfort
  • KONA EV: Prestazioni e autonomia, spazio in abitacolo

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento
Altri su Hyundai Kona
Altri su Mazda MX-30
Maggiori info
Hyundai
Mazda
  • Mazda Motor Italia S.p.A. Viale Alessandro Marchetti, 105
    Roma (RM) - Italia
    800 062 932   https://www.mazda.it/