Scende in campo e le ha tutte contro: nuova Mercedes Classe G Top e Flop

Scende in campo e le ha tutte contro: nuova Mercedes Classe G Top e Flop
Pubblicità
Umberto Mongiardini
  • di Umberto Mongiardini
Il più classico tra i fuoristrada, votato al lusso, si rinnova per il 2024 con un lieve restyling esterno, un’iniezione di tecnologia all’interno e l’elettrificazione dei motori. Come se la caverà contro Toyota Land Cruiser e Land Rover Defender?
  • Umberto Mongiardini
  • di Umberto Mongiardini
30 marzo 2024

Qual è la prima auto che ci viene in mente se pensiamo a esclusività, fuoristrada e iconicità? La risposta, con ogni probabilità, è Mercedes Classe G. Poche altre, nella storia, sono riuscite a diventare iconiche quanto lei, rappresentative di un mezzo senza compromessi.

Per il 2024 il fuoristrada tedesco è stato lievemente aggiornato – non che se ne sentisse particolarmente il bisogno – ricevendo alcuni upgrade stilistici, ma non solo.

Se, in linea di massima il design esterno è rimasto invariato, con le sue caratteristiche linee squadrate, la ruota di scorta al posteriore e le maniglie delle portiere di grandi dimensioni, Mercedes ha introdotto una nuova griglia anteriore, caratterizzata da quattro lamelle poste in posizione orizzontale, con il logo della Stella al centro, un paraurti dal look lievemente rivisitato, così come i montanti anteriori, con alcuni accorgimenti in chiave aerodinamica (non che la Classe G brilli comunque sotto questo aspetto). Questi accorgimenti, peraltro, sono gli stessi che verranno ripresi sul futuro modello 100% elettrico.

Il posteriore della nuova Mercedes Classe G
Il posteriore della nuova Mercedes Classe G

Per sottolineare ulteriormente la vocazione fuoristradistica del mezzo, anche se ne vedremo di più nel Triangolo della Moda di Milano che su uno sterrato, ci pensa il pacchetto “Professional Line Exterior” che implementa i paraspruzzi per gli pneumatici, in questo caso all-terrain calzati su cerchi da 18 pollici e griglie parasassi sui fari full LED High Performance.

Così come per l’esterno, anche gli interni non sono stati cambiati sensibilmente. Rimane il classico maniglione posto davanti al passeggero, il tunnel centrale abbondante che ospita il selettore del cambio e finiture di altissimo livello che danno la sensazione di essere su un mezzo di lusso, piuttosto che su un mezzo da fuoristrada pesante. Perché sì, nonostante tutto, la Classe G mantiene un angolo di attacco di 30 gradi e di 31 gradi per l’uscita, con una pendenza superabile del 100%.

Dietro al volante prede posto la nuova generazione del sistema MBUX che, di serie, prevede la navigazione con la realtà aumentata, assistente vocale evoluto e ogni altro sistema che la tecnologia, al giorno d’oggi, è in grado di offrire. Lo spazio a bordo, nemmeno a dirlo, è più che abbondante per tutti gli occupanti mentre il bagagliaio, a causa dell’elettrificazione di tutti i motori, scende a 454 litri. Non tantissimi per un mezzo del genere.

Gli interni della nuova Mercedes Classe G
Gli interni della nuova Mercedes Classe G

Il vero cambio di passo rispetto alla precedente generazione, lo si ha sotto al cofano, con il passaggio dell’intera gamma di propulsori a un sistema mild hybrid a 48 Volt. Si parte con la motorizzazione 500 che adotta un benzina sei cilindri in linea di 3 litri con turbina elettrica, capace di erogare 449 CV e 560 Nm, ai quali si aggiungono altri 20 CV e 200 Nm generati dal sistema elettrico. Passando al motore a gasolio, invece, il 450 d, si hanno a disposizione 367 CV e 750 Nm, ai quali si somma la potenza generata dalla parte elettrica.

All’apice della gamma, chiaramente, rimane la Mercedes G 63 AMG, unica che impiega ancora il V8 da 4 litri che scarica a terra 585 CV e 850 Nm di coppia. Tanta potenza è capace di far coprire lo scatto da 0 a 100 km/h in 4,4 secondi, con una velocità massima di 220 km/h che, per la versione AMG Performance, salgono a 240.

Il listino per il mercato italiano non è ancora stato diramato ma, per quello tedesco, si parte da quasi 123.000 euro.

Pro e Contro

Pro

  • Design; Motori; Caratteristiche tecniche

Contro

  • Dimensione bagagliaio; Prezzo
Land Rover Defender
Land Rover Defender

Land Rover Defender

Non è possibile parlare di offroad e lusso senza prendere in considerazione la nuova Land Rover Defender, anche se siamo in attesa del restyling che dovrebbe arrivare prossimamente.

Rinnovata radicalmente nel 2019 dopo una gloriosa storia lunga quasi settant'anni e oltre due milioni di esemplari venduti, la nuova Defender conserva la sua essenza avventuriera, capace di dominare i terreni più impervi.

La recente iterazione si distingue dalle sue storiche progenitrici adottando un'estetica meno prettamente fuoristradistica. Sebbene abbia mantenuto il suo DNA robusto, ha evoluto il suo design verso una silhouette più adatta all'asfalto, arricchendosi di interni che fondono lusso e comfort in maniera ottimale.

Il design esterno si impone per la sua presenza massiccia, un tributo moderno agli antenati della linea Defender, offrendo tre varianti di lunghezza: 90, 110, e 130. Le versioni 90 e 110 sono concepite per accogliere comodamente cinque o sei passeggeri, con la 110 che offre spazio aggiuntivo per due ulteriori posti in una terza fila. La 130, d'altra parte, si presenta come un vero e proprio leviatano degli 8 posti, estendendosi fino a 5,36 metri.

All'interno, l'abitacolo si rivela uno spazio razionale dove tecnologia e lusso si fondono armoniosamente, sottolineati da un display infotainment da 11,4 pollici e una consolle completamente digitale. Non lasciatevi ingannare dal suo aspetto più raffinato: anche la 130 non tradisce le aspettative in termini di capacità fuoristradistica, vantando un angolo di uscita di 28,5 gradi e la capacità di guadare acque profonde fino a 90 centimetri.
La versione 110, nel dettaglio, offre un bagagliaio generoso, con una capacità di 857 litri. Meglio della concorrenza.

La gamma di motorizzazioni della Defender spazia tra diverse opzioni Mild-Hybrid e una plug-in hybrid, includendo la P300 da 300 CV, la P400 da 400 CV, la D200 da 200 CV, la D250 da 250 CV, e la D300 da 300 CV e 650 Nm. Oltre alla versione plug-in hybrid P400e da 404 CV, spicca la potente P525 con 525 CV, animata da un vigoroso motore V8.

I prezzi variano ampiamente a seconda delle configurazioni e delle motorizzazioni, partendo da 63.500 euro per il modello 90 Hard Top e raggiungendo i 151.200 euro per l'esclusiva edizione V8 Carpathian 110.

Pro e Contro

Pro

  • Motori; Design; Varianti carrozzeria

Contro

  • Prezzo
Toyota Land Cruiser
Toyota Land Cruiser

Toyota Land Cruiser

Lanciata verso la fine dello scorso anno, la nuova Toyota Land Cruiser è già diventata una instant classic. La sua presenza è difficile da ignorare, sia per il prestigioso nome che porta sia per le sue dimensioni notevoli: lunghezza di 4.920 mm, larghezza di 1.980 mm e altezza di 1.870 mm.

La Land Cruiser è un veicolo con una storia ricca e complessa, il cui viaggio inizia 72 anni fa. Originariamente lanciato come BJ, era un veicolo robusto pensato per superare ogni sfida off-road, creato per le necessità militari del Giappone nel contesto post-Seconda guerra mondiale e l'avvio del conflitto in Corea.

Il design robusto continua ad essere un marchio di fabbrica, con un telaio a longheroni che ora vanta una rigidità superiore del 50% rispetto al suo predecessore. Anche la rigidità complessiva di carrozzeria e telaio è stata incrementata del 30%, migliorando così la reattività del veicolo a velocità elevate e la sua agilità su terreni difficili. Per ottimizzare ulteriormente le capacità fuoristrada, è stata introdotta una barra stabilizzatrice disconnettibile, che permette una maggiore mobilità delle ruote anteriori, e installato un servosterzo elettrico.

Dal punto di vista estetico, la First Edition del Land Cruiser si distingue per il suo approccio vintage, con fari anteriori tondi, colorazioni ispirate al patrimonio del modello e linee della carrozzeria più fluide. Il design della versione standard, invece, prevede fari anteriori rettangolari e sottili, con tre LED quadrati per un look contemporaneo.

Gli interni riflettono un equilibrio tra eleganza e funzionalità off-road, con un cruscotto digitale che si estende orizzontalmente accanto allo schermo dell'infotainment, affiancato da comandi fisici intuitivi e facili da utilizzare anche quando si è in movimento, a differenza di molte soluzioni odierne che puntano tutto sul digitale.

Il passo del veicolo, di 2.850 mm, assicura ampia spaziosità per i passeggeri, mentre i dettagli sullo spazio di carico rimangono ancora da definire.

Sotto il cofano, la nuova Land Cruiser mantiene una certa continuità con il passato, grazie al suo motore turbodiesel da 2,8 litri e 204 CV, accoppiato a un cambio automatico a otto velocità. Oltre a questa motorizzazione, dovrebbe arrivare anche una versione elettrificata mild-hybrid nel 2025.

Al momento, il listino della Land Cruiser non è ancora stato comunicato. 

Pro e Contro

Pro

  • Design; Caratteristiche tecniche

Contro

  • Motorizzazione
Pubblicità
Cambia auto
Land Rover Defender
Land Rover

Land Rover
Via Alessandro Marchetti, 105
Roma (RM) - Italia
800 904 400
https://www.landrover.com/index.html

  • Prezzo da 43.650
    a 151.200 €
  • Numero posti da 3
    a 7
  • Lunghezza da 432
    a 537 cm
  • Larghezza da 200
    a 211 cm
  • Altezza 197 cm
  • Bagagliaio
  • Peso da 2.228
    a 2.711 Kg
  • Segmento Pick-up, Suv e Fuoristrada
Land Rover

Land Rover
Via Alessandro Marchetti, 105
Roma (RM) - Italia
800 904 400
https://www.landrover.com/index.html