Scende in campo e le ha tutte contro: nuova Nissan X-Trail, Top e Flop

Scende in campo e le ha tutte contro: nuova Nissan X-Trail, Top e Flop
Pubblicità
Umberto Mongiardini
  • di Umberto Mongiardini
Dotata di un propulsore da 1,5 litri che funge da range extender per due motori elettrici, il nuovo SUV di Nissan porta all’interno del segmento una ventata di cambiamento. Come si comporta rispetto alla Volkswagen Tiguan, Renault Espace e Ford Kuga?
  • Umberto Mongiardini
  • di Umberto Mongiardini
6 maggio 2023

È inutile girarci attorno, il mondo delle auto ibride ed elettriche sta sempre più prendendo piede ma, anche se ormai pensiamo di aver visto tutto, arrivano ogni tanto sul mercato soluzioni quantomeno inaspettate, come nel caso della nuova Nissan X-Trail E-Power.

Anche se di primo acchito potrebbe sembrare un controsenso, il nuovo suv sfrutta un motore endotermico da 1,5 litri per alimentare le batterie che, a loro volta, danno potenza a dei motori elettrici.

Partiamo però dall’esterno perché, rispetto al modello precedente, la nuova X-Trail sfoggia un look tutto nuovo, più tecnologico e massiccio. Le dimensioni crescono fino ad arrivare a una lunghezza di 4 metri e 70, 1 e 85 di larghezza e 1 e 70 di altezza. Il design riprende il family feeling delle altre vetture del brand, con l’ampia calandra a “U”, abbinata ai fari, Full led, sdoppiati. Passando al retro, resta il disegno un po’ spigoloso che la contraddistingueva anche in passato, con lo spoiler che le conferisce un’aria piuttosto sportiva.

Naviga su Automoto.it senza pubblicità
1 euro al mese

Passando agli interni, l’atmosfera che si respira è particolarmente curata e tech, con buoni abbinamenti tra ecopelle e plastiche un po’ più rigide. Il conducente ha a disposizione la strumentazione digitale da 12,3 pollici, mentre il display dell’infotainment, delle stesse dimensioni, non include i comandi del clima, che rimangono fisici.

Lo spazio a disposizione è abbondante per tutti gli occupanti, nella configurazione a cinque posti mentre, alzando i due strapuntini posteriori, avrete sì spazio per due occupanti extra ma, oltre a perdere buona parte del bagagliaio, la cui capienza crolla da 575 a 120 litri, potrete far accomodare comodamente solo due bambini.

Come accennavamo in apertura, il lato più interessante di questa Nissan è la propulsione che abbina in maniera inedita benzina ed elettrico. Il sistema, che già si è visto qualche anno fa in Giappone, è frutto di un brevetto del marchio giapponese e prevede l’impiego di un motore elettrico da 204 CV, alimentato da un propulsore 1.500 benzina, capace anche di ricaricare il pacco batterie. In alternativa, è anche presente una variante con trazione integrale che impiega un secondo motore elettrico da 136 CV al posteriore, per una potenza totale di 213 CV.

Esattamente, come funziona?

Prima di tutto è bene chiarire una cosa: non ci sono cavi di ricarica e l’alimentazione primaria, infatti, rimane la benzina. Il tre cilindri turbo, oltre a ricaricare le batterie integrate nel pianale, alimenta direttamente il propulsore elettrico.

Il funzionamento, piuttosto macchinoso, è affidato a una centralina che, tenendo in considerazione lo stato di ricarica della batteria, decide se inviare tramite un inverter il flusso di energia al motore, alla batteria o a entrambi. Qualora la batteria dovesse essere carica, a bassa velocità, il motore endotermico si spegne e interviene soltanto in fase di accelerazione, coadiuvando la batteria.

Quanto costa tanta tecnologia? La risposta è “non troppo”. La configurazione base, con due ruote motrici e in allestimento Visia, ha un prezzo di attacco di 39.080 euro. Andando a scegliere invece l’allestimento Tekna, dotato della trazione integrale, il prezzo lievita fino a oltre 51.000 euro.

Pro e Contro

Pro

  • Prezzo; Vastità allestimenti

Contro

  • Spazio terza fila sedili
Ford Kuga
Ford Kuga

Ford Kuga

In attesa del debutto del restyling, Ford continua a spingere molto sulla Kuga che, dopo tre anni dal proprio debutto continua a convincere il mercato, anche grazie alla versione ibrida plug-in.

Le linee, a differenza della maggior parte della concorrenza, pur rimanendo muscolose, hanno tratti più morbidi. I fari sovrastano la calandra esagonale e le fiancate sono scavate, conferendo un buon movimento alla linea laterale. Al posteriore il montante del tetto è particolarmente inclinato e dona alla Ford una linea sportiva, andando però a ridurre sensibilmente la visibilità dal lunotto.

Gli interni sono razionali, ma iniziano a patire un po’ il peso degli anni e, nonostante il cruscotto digitale da 12,3 pollici sia apprezzabile, lo schermo dell’infotainment da 8 pollici montato a sbalzo sul cruscotto le fa patire un po’ il confronto con le competitor. Alcune plastiche, come quelle dei pannelli delle portiere, sono un po’ grezze, mentre le alte finiture sono all’altezza di quanto ci si aspetta

Lo spazio a bordo è buono e la seconda fila dei sedili può scorrere in avanti così da ricavare ulteriore spazio che va ad aggiungersi ai 411 litri del bagagliaio. In questo modo si arriva a 481 litri, non una cifra monstre a causa della batteria del motore elettrico.

A proposito di motore, la Kuga plug-in sfrutta un propulsore benzina aspirato da 2,5 litri che, combinato a quello elettrico, scarica a terra 224 CV complessivi. Le batterie, se ricaricate alle colonnine dotate di corrente alternata, richiedono circa 4 ore per essere completamente ricaricate.

Il prezzo della Ford Kuga in versione Plug-in parte dai 44.500 euro della versione ST-Line che, però, non ha i fari a LED e diversi altri dettagli, fino ai 47.000 della ST-Line X. In questo caso, però, avrete nel prezzo i proiettori LED, vetri privacy, clima bizona e molto altro e i 2.500 euro di differenza potrebbero valerne la pena.

Pro e Contro

Pro

  • Versione plug-in; Prezzo

Contro

  • Assenza 7 posti; Linee un po' datate
Volkswagen Tiguan Allspace
Volkswagen Tiguan Allspace

Volkswagen Tiguan Allspace

Vi servono sette posti e non vi interesse l’ibrido? Un grande classico del segmento è la Volkswagen Tiguan Allspace. Se non si è attenti, la si potrebbe scambiare tranquillamente per la sorella “minore” dato che larghezza e altezza sono assimilabili ma l’occhio più sensibile nota i 20 centimetri di differenza della lunghezza.

Il look è muscoloso e ben piazzato su strada e si percepisce dal primo sguardo la vocazione per i grandi viaggi. L’abitacolo del SUV tedesco è un inno alla praticità e alla razionalità. Tutto è al proprio posto e c’è spazio a volontà nei diversi vani sparsi tra bracciolo, portiere e plancia.

Il cruscotto è digitale anche per la versione base e lo schermo dell’infotainment, posizionato sotto alle bocchette dell’aria e sopra ai comandi del clima è parecchio intuitivo da utilizzare anche se, come per la Kuga, inizia a farsi sentire il peso degli anni.

Se dovessimo invece definire il bagagliaio, la parola più adatta sarebbe gigantesco: parliamo infatti di una capienza di ben 760 litri, una cifra record. Nel caso in cui i due sedili della terza fila dovessero essere in posizione alzata – badate bene che lo spazio per i due occupanti è particolarmente ridotto – la capienza del bagagliaio scende a 230 litri, comunque sufficienti per stivare dei piccoli trolley o degli zaini.

La Tiguan Allspace, come scrivevamo poco fa, non è disponibile nella versione ibrida, a differenza della Tiguan standard. Sono disponibili tre motorizzazioni divise tra benzina e diesel. I motori alimentati a gasolio da due litri, declinati con una potenza di 150 e 200 CV, che offrono la trazione integrale 4Motion. Per quanto concerne invece le motorizzazioni a benzina, c'è la 1.5 TSI ACT da 150 CV e cambio automatico DSG.

La Tiguan Allspace ha un prezzo di partenza di 44.200 euro per la versione Life, che sale fino ai 48.200 della R-Line. Nel caso in cui doveste scegliere la R-Line nella variante di potenza da 200 CV, con trazione integrale, il prezzo lievita fino a 54.800 euro.

Pro e Contro

Pro

  • Dimensioni bagagliaio; 7 posti

Contro

  • Assenza motorizzazione ibrida; Design datato
Renault Espace
Renault Espace

Renault Espace

Sbarcata sul mercato pochi mesi fa, la Renault Espace si è trasformata da monovolume in SUV a cinque o sette posti, rispondendo alla domanda del mercato. Quando venne presentata 30 anni fa, fu proprio lei a lanciare nel Vecchio Continente la moda delle monovolume e vedere questo cambiamento è indice del cambio dei tempi.

Il family feeling con l’Austral è forte, ma le misure lievitano di 14 centimetri per quanto riguarda la lunghezza, arrivano a 472 cm, con un passo di 274 cm. Questo genere di cifre, un po’ come per la Tiguan Allspace, consentono di avere un bagagliaio di addirittura 777 litri nel caso della versione a cinque posti, che scendono a 677 per la versione adatta a sette passeggeri. Quando poi la terza fila dei sedili è eretta, lo spazio nel bagagliaio crolla a soli 159 litri, abbastanza per qualche zaino.

Il frontale è dotato dei caratteristici fari a C, così come il retrotreno, mentre la calandra, a differenza dell’Austral, ha una finitura a listelli verticali che accentua ancor più le dimensioni imponenti del mezzo. Gli interni sono curati, con tanto spazio sia per le persone che per eventuali oggetti da riporre all’interno dell’abitacolo, con diversi vani spaziosi. Come per le altre sette posti illustrate fino ad ora, i due sedili aggiuntivi – a richiesta ma non a pagamento – offrono abbastanza spazio solo per dei bambini o per tragitti molto brevi. Non manca la tecnologia, con il cruscotto digitale da 12,3 pollici, abbinato a un display, posizionato verticalmente, da 12 pollici che integra l’ecosistema di Google, offrendo la possibilità di scaricare diverse app.

Al momento, a listino è offerta solamente la variante full hybrid da 200 CV e 205 Nm di coppia dotata di trazione anteriore che abbina il 1.2 turbobenzina a tre cilindri da 130 cavalli a due motori elettrici. Degno di nota, infine, il fatto che abbia le quattro ruote sterzanti, una chicca solitamente riservata ad auto di segmento più alto.

Il prezzo di partenza è di 46.500 euro per la versione esprit Alpine, che salgono a 48.500 euro per la versione iconic.

Pro e Contro

Pro

  • Design; Bagagliaio versione 5 posti

Contro

  • Spazio bagagliaio con i 7 posti aperti
Pubblicità
Cambia auto
Ford Kuga
Tutto su

Ford Kuga

Ford

Ford
Via A. Argoli, 54
Roma (RM) - Italia
800 22 44 33
https://www.ford.it

  • Prezzo da 36.000
    a 49.750 €
  • Numero posti 5
  • Lunghezza da 460
    a 465 cm
  • Larghezza 188 cm
  • Altezza da 165
    a 168 cm
  • Bagagliaio da 412
    a 1.534 dm3
  • Peso da 1.526
    a 1.859 Kg
  • Segmento Suv e Fuoristrada
Ford

Ford
Via A. Argoli, 54
Roma (RM) - Italia
800 22 44 33
https://www.ford.it