Scende in campo e le ha tutte contro: Ineos Grenadier, top e flop

Scende in campo e le ha tutte contro: Ineos Grenadier, top e flop
Pubblicità
Umberto Mongiardini
  • di Umberto Mongiardini
Come si posiziona il nuovo fuoristrada rispetto alla nuova Land Rover Defender, alla Jeep Wrangler 4xe e alla Mercedes Classe G?
  • Umberto Mongiardini
  • di Umberto Mongiardini
25 febbraio 2023

Ammettiamolo, anche se fuori dalla portata economica di molti di noi, quasi tutti abbiamo sofferto per l’uscita dai listini della Land Rover Defender, quella “vecchia”, quella con un design a prova del tempo e capace di far innamorare svariate generazioni. Certo il nuovo modello del marchio britannico ha stile da vendere, ma manca quella purezza che solo il modello precedente sapeva trasmettere.

Una storia destinata a finire negli archivi, se non fosse che, nel 2019, il miliardario proprietario dell’azienda chimica Ineos, Jim Ratcliffe, prese la decisione di ricrearne una nuova versione.

Ineos, peraltro, oltre a essere main sponsor della squadra ciclistica britannica Team Sky, è anche legata a doppio filo con il mondo dell’automobilismo, essendo sponsor - e proprietario al 33,3% - dalla stagione 2020 del team Mercedes in F1.

Ma torniamo a noi, il Grenadier, che prende il proprio nome dal pub londinese in cui è stato “concepito” da Sir Jim Ratcliff, durante i cinque anni di sviluppo, ha tenuto impegnati oltre 350 ingegneri.

Il risultato è concreto e il design da vero fuori strada trova riscontro anche nelle caratteristiche tecniche. La carrozzeria monoscocca è realizzata in acciaio zincato e alluminio, mentre il telaio non poteva non essere a longheroni a sezione scatolata spesso 3,5 mm. Nonostante il marchio sia inglese e la produzione avvenga nell’ex stabilimento Mercedes di Hambach, in Francia, c’è anche un po’ di Italia nel progetto. Gli assali, infatti, sono realizzati da Carraro, mentre l’impianto frenante, dotato di dischi da 316 all’anteriore e 305 al posteriore e capace di frenare una massa di 7 tonnellate, è stato affidato a Brembo.

Altre caratteristiche salienti: La Grenadier è dotata di riduttore a due velocità realizzato da Tremec, differenziale bloccabile centrale nel riduttore e due differenziali bloccabili all’anteriore e al posteriore. Se poi doveste essere di quelli che per lavare la carrozzeria si affidano ai guadi, con la Ineos potrete spingervi fino a 800 mm sott’acqua.

Ibrido? No, grazie. Sotto al cofano la Grenadier parla tedesco, grazie ai propulsori da 3.000 cc sei cilindri benzina e diesel realizzati da BMW.

Il prezzo per le due motorizzazioni è il medesimo, ma cambia la potenza: Se da una parte il propulsore a gasolio è in grado di sprigionare 249 CV, 37 in meno rispetto alla versione a benzina, il primo vanta una coppia di 550 Nm di coppia a 1.250 giri, mentre il secondo si accontenta di soli - si fa per dire - 450 Nm a 1.70 giri. Entrambi i motori, infine, lavorano con una trasmissione ZF.

Quando si entra nella Grenadier, la sensazione è quella di essere su un cacciabombardiere con leve e levette che azionano i vari comandi e che vanno a definire un abitacolo che è un buon mix tra spartanità e tecnologia. Non manca, infatti, un piccolo display per il conducente, abbinato a un sistema dell’infotainment da 12,3 pollici dotato di Apple CarPlay e Android Auto. Ovviamente, tra le varie schermate proposte, ce ne sono diverse pensate per l’offroad, così da avere tutto sotto controllo. Il vano di carico ha una capacità di 1.152 litri, ma se doveste scegliere la versione Utility Wagon da tre posti – certificata come veicolo commerciale – avrete spazio per un europallett standard.

Prezzi: Non si può dire che sia regalato il Grenadier ma, viste le caratteristiche che ormai sono uniche all’interno del panorama automobilistico, non potrebbe essere diversamente. Il prezzo parte dai 69.290 euro dell’Utility Wagon, e sale fino ai 78.485 della Station Wagon. Considerate che quest’ultima, full optional, arriva a sfiorare i 90.000 euro. Prossimamente, infine, dovrebbe arrivare anche la versione pick-up.

PRO E CONTRO

Pro

  • design iconico; Prestazioni off-road

Contro

  • Prezzo
Jeep Wrangler 4xe
Jeep Wrangler 4xe

JEEP WRANGLER 4xE

Fino a qualche tempo fa era lei, la Jeep Wrangler, ad essere rimasta l’ultima dura e pura ma, dal momento in cui a listino è presente solo la versione ibrida plugin, qualcosa è cambiato.

Il look è quello di sempre – rugged, la definirebbero gli americani – senza fronzoli e con l’hard top e portiere removibili con relativamente poco sforzo. Continua poi ad appassionare l’idea di poter abbattere il parabrezza.

Rispetto alla Grenadier gli interni appaiono un po’ vecchiotti, anche se la 4xe è dotata del sistema Uconnect NAV di quarta generazione con display touch da 8,4'', abbinato alla nuova strumentazione da 7 pollici digitale circondata dai due strumenti analogici. Piccolo, rispetto all’inglese, il bagagliaio, che si ferma a soli 550 litri.

Sotto al cofano, come scrivevamo in apertura, si trova la prima motorizzazione plug-in per una Wrangler, che sfrutta un propulsore a benzina da 2 litri, abbinato a un’unità elettrica. In totale la potenza dichiarata da Jeep è di 380 CV, garantendo un’accelerazione 0-100 km/h in 6,4 secondi. Alti i consumi quando la batteria è scarica ma non potrebbe essere altrimenti visti i 2.350 kg di peso. Ovviamente, come in passato, anche sulla motorizzazione ibrida sono presenti le marce ridotte e, nonostante l’update tecnologico, rimane comunque un “animale” da sterrato.

I prezzi della Wranger 4xe non si allontanano troppo da quelli della concorrenza britannica: disponibile negli allestimenti 4 porte Sahara e Rubicon, i prezzi si attestano rispettivamente a 79.500 e 80.900 euro.

PRO E CONTRO

Pro

  • Scelta motori

Contro

  • Finiture interni
Land Rover Defender
Land Rover Defender

LAND ROVER DEFENDER

Non poteva mancare l’erede della vecchia Defender all’interno di questo articolo. Nonostante abbia fatto storcere il naso ai più quando ha sostituito nel 2019 una delle icone assolute dell’automobilismo, con il passare degli anni ha saputo conquistare il cuore di molti.

Certo, il design è solo un richiamo in versione hi-tech della propria progenitrice, ma rimane comunque massiccia alla vista. Se, da una parte, il design strizza l’occhio più a chi pensa di farne sfoggio nelle vie del lusso, dall’altra la nuova Defender promette ancora prestazioni di tutto rispetto quando l’asfalto finisce.

Land Rover ha realizzato tre varianti di carrozzeria: 90, 110 e 130. Le prime due sono pensate per ospitare cinque o sei occupanti, con la 110 che può ospitarne altri due in una terza fila, mentre la 130 è un modello a 8 posti full size, arrivando a misurare 5 metri e 36 centimetri di lunghezza. Una specie di minibus. Nonostante il design meno fuoristradistico e dimensioni esagerate, anche la 130 ha un angolo d'uscita di 28,5 gradi per la guida in fuoristrada ed è capace di affrontare guadi fino a 90 centimetri di profondità.

Gli interni perdono il look tipicamente spartano e fanno spazio alla tecnologia grazie allo schermo dell’infotainment da 11,4 pollici, abbinato ad una strumentazione completamente digitale. Se poi si prende in considerazione la 110, il modello intermedio, il bagagliaio ha una capacità che si attesta a 857 litri.

La Defender è disponibile in svariate motorizzazioni Mild-Hybrid e una plug-in: la P300 da 300 CV, la P400 da 400 CV, la D200 da 200 CV, la D250 da 250 CV e la D300 da 300 CV e 650 Nm. Oltre alla Plug-in hybrid P400e da 404 CV, c’è la potentissima P525 da 525 CV e dotata dello sportivissimo motore a 8 cilindri.

I prezzi, chiaramente, molto dipendono dal tipo di allestimento e di motorizzazione e si va dai 57.800 della 90 Hard Top, fino ai 149.200 euro della V8 Carpathian Edition.

PRO E CONTRO

Pro

  • Potenza; Design; Varianti carrozzeria

Contro

  • Prezzo
Mercedes Classe G
Mercedes Classe G

MERCEDES CLASSE G

Alzi la mano chi, almeno una volta nella vita, ha desiderato trovarsi a bordo dell’esuberante Classe G di Mercedes. Tutti? Ok, procediamo allora. Le linee sono iconiche, al pari di quelle della Defender e non potrebbe essere altrimenti. Presente sul mercato dal 1979, ha conquistato il cuore di tantissimi appassionati attorno al mondo e, ancora oggi, conserva un fascino tutto proprio.

Certo, rispetto alla concorrenza sopracitata, qui il budget a disposizione deve essere moltiplicato per due, con prezzi a partire da quasi 140.000 euro ma, avendo la disponibilità, non ne rimarrete delusi. Nonostante le dimensioni da nave da crociera, con un’altezza che sfiora i due metri, lo spazio nel bagagliaio si ferma a 457 litri e per accedere al vano posteriore… meglio non avere nessuno dietro, il portellone è anche equipaggiato con la classica ruota di scorta.

Gli interni sono ineccepibili e, nonostante si sia mantenuta una certa razionalità, la Geländewagen è assolutamente al passo con i tempi anche grazie al doppio schermo da 12,3 pollici del sistema MBUX.

Con 24 cm di luce da terra, le ridotte e 3 differenziali bloccabili tramite un semplice pulsante, la Classe G non teme nemmeno i percorsi off road più impegnativi anche se è più probabile vederla aggirarsi un po’ impacciata per le vie della moda delle grandi città.

La scelta delle motorizzazioni è abbastanza vasta e parte dal sei cilindri a gasolio da 330 CV, seguita dal propulsore benzina da 421 CV. All’apice del listino, infine, c’è la 63 AMG. In grado di sprigionare 585 CV senza l’ausilio di alcun motore elettrico, il motore a 8 cilindri benzina spinge la mastodontica Classe G da 0 a 100 km/h in soli 4,5 secondi. Il prezzo di quest’ultima motorizzazione? A partire da oltre 192.000 euro. Alla faccia di chi dice che i soldi non fanno la felicità.

PRO E CONTRO

Pro

  • Massimo lusso; Prestazioni off - road

Contro

  • Prezzo
Pubblicità
Cambia auto
Ineos Grenadier
Tutto su

Ineos Grenadier

Ineos

Ineos
38 Hans Crescent, Knightsbridge
SW1X 0LZ Londra (--) - Regno Unito
https://ineosgrenadier.com/it/it/

  • Prezzo da 59.951
    a 85.190 €
  • Numero posti da 2
    a 5
  • Lunghezza 490 cm
  • Larghezza 193 cm
  • Altezza 204 cm
  • Bagagliaio
  • Peso 3.500 Kg
  • Segmento Suv e Fuoristrada
Ineos

Ineos
38 Hans Crescent, Knightsbridge
SW1X 0LZ Londra (--) - Regno Unito
https://ineosgrenadier.com/it/it/